• Category Archives Analisi modelli
  • Rete Radio Meteonuvola PMR – CB

    Negli ultimi avvenimenti meteo dell’autunno 2019 ci si è resi conto di quanto fragili siano i sistemi di comunicazione che necessitano di un’accesso alla rete per funzionare, la radio fa parte di uno di quei pochi sistemi di comunicazione che non necessità di internet.

    In caso di blocco della rete le radio sono indispensabili, sono state utili in passato e lo sono tutt’ora e nonostante la tecnologia avanzi non c’è nulla che possa sostituirle.

    Meteonuvola è un progetto amatoriale, fatto di soli appassionati che hanno l’intento di creare un sistema di informazione culturale e di sostegno emergenziale, per questo, per rendere ancora più efficace il progetto, abbiamo creato un nuovo canale, il canale Rete Radio Meteonuvola.

    Si tratta di una rete creata dagli utenti che usano normalissime radio PMR o CB, le PMR sono radio in vendita quasi ovunque e che sono alla portata di tutti, sia come prezzi che come difficoltà nell’utlizzo.

    La rete è strutturata in maniera molto semplice, in caso di necessità (o per semplici prove radio) l’utente accende la radio sul canale 2, in base alle esigenze può rimanere in ascolto o cercare di comunicare, si collega al bot telegram http://t.me/meteonuvolabot e manda la propria segnalazione seguendo le istruzioni a schermo ( è molto semplice ), una volta inviata quest’ultima comparirà nella mappa interattiva che contiene anche altre informazioni (terremoti, alluvioni, problemi socio politici ecc…) , automaticamente la notifica arriverà nel nuovo canale http://t.me/pmritalia , gli utenti registrati quindi riceveranno la notifica e si potranno mettere in contatto con i loro vicini di radio.

    I PMR sono ricetrasmittenti che soffrono degli ostacoli, in città difficilmente si arriverà a coprire oltre il km, fuori città in area esposta circa 5-7 km, in altura si possono superare anche i 20km, con alcuni casi particolari di oltre 100 km, i CB permettono di raggiungere distanze notevoli ma hanno bisogno di antenne più impegnative, sono più indicati per essere montati sull’autovettura o in casa.

    Chi avesse la possibilità di tenere accesa la radio per più ore al giorno potrà essere segnalato come stazione stella, questa sarà sempre visibile sulla mappa e diventerà un ottimo punto di riferimento.
    Per ulteriori informazioni potete contattarci tramite Telegram ( RRMN ) o sul form di contatto.

    In caso di rete fuori uso la mappa non sarà accessibile ovviamente, consigliamo di fare una stampa per evere sempre con se le stazioni stella, oltretutto ormai avremo acquisito una discreta conoscenza dei nostri vicini di radio.

    Vi ricordiamo che le radio PMR e CB sono soggette a tassazione annuale di euro 12, informarsi presso il MISE.

    Vogliamo precisare che non c’è alcuna intenzione di prendere iniziative al di fuori della competenza amatoriale, la rete “potrebbe servire in caso di…”  ma non si sostituisce in nessun caso agli Organi Ufficiali, si tratta di un progetto volontario e di libero uso.

    Vi aspettiamo dunque nel canale ReteRadioMeteonuvola

     

    Visualizza a schermo intero


  • Frequenze utili

    Buonasera a tutti, pubblichiamo le frequenze radio scelte per possibili comunicazioni tra gli utenti in caso di problemi alla rete, il consiglio e’ quello di riportarli su carta.

     

    FREQUENZA PRINCIPALE PMR del Progetto

    CANALE 2 PMR —- 446,01875 Mhz (nessun tono)

     

    RIPORTIAMO INOLTRE E FREQUENZE UFFICIALI PER EMERGENZE NAZIONALI E INTERNAZIONALI AD OGGI 9 GENNAIO 2020

    Rete HF in Italia

    Rete d’emergenza in fonia tra Sala operativa del Dipartimento e Di.Co.Mac.:

    3.643,5 — 7.045 – 6.990 Mhz

    6990 MHz (psk31)

    Rete delle Prefetture:

    Fonia: 7.045-3.643 Mhz

    PSK31: 6.990-3.580 Mhz

    Reti VHF-UHF:

    Vengono utilizzati i Link nazionali Analogico e Digitale del CISAR

    ponti ripetitori dislocati sul territorio dell’ERA ed ARI

    ponti ripetitori mobili a copertura delle aree colpite dall’emergenza

    Banda radioamatoriale internazionale

    3760-7110-14300-18160-21360

    Americhe
    3750-3985
    Asia
    3600-7060-7240-7275

     

     

     


  • Nuovo gruppo su gestione emergenze,outdoor.

    Buongiorno a tutti, il progetto meteonuvola propone ai propri utenti Telegram un nuovo gruppo di discussione riguardante la gestione delle emergenze meteo, geologiche, socio politiche, tecniche outdoor e sopravvivenza.

    Come prepararsi in caso di calamità naturali, dai problemi di approvvigionamento del cibo al blocco totale del traffico, alla preparazione ad eventi sismici, alle tecniche di sopravvivenza in esterno, ma anche riuscire ad accendersi un fuoco o a crearsi un rifugio, la conservazione del cibo, l’autonomia elettrica, pannelli solari, energia eolica, difesa del proprio territorio, inoltre come mantenere le comunicazioni attive grazie a sistemi radio, uscite outdoor, materiali, utensili e tanto altro ancora.

    Link per unirsi http://t.me/prepper_italia


  • 26 novembre 2017: cosa prevedevano i modelli 10 giorni fa?

    Situazione attuale delle pressioni e dei venti sul continente europeo

    Quanto sono stati attendibili i modelli per la giornata di oggi?

    Anche per questa settimana proviamo ad eseguire un confronto tra le emissioni elaborate dai modelli 10 giorni fa (240 ore) con la situazione reale di oggi. Per far questo si farà riferimento all’emissione delle ore 12:00 del 16 novembre 2017 di GFS, ECMWF e GEM.

     

    Confronto tra situazione attuale ed emissione GFS del 16 novembre 2017

    Continue reading  Post ID 2423


  • Cosa prevedevano i modelli GFS, ECMWF e GEM 10 giorni fa per il 19 novembre?

    Situazione attuale sul nostro continente rilevata da METEOSAT 10

    Spesso ci chiediamo quanto siano stati attendibili i modelli nei giorni precedenti alla previsione, cercando di capire quale delle tre principali fonti (GFS, ECMWF, GEM) sia stata più precisa nel medio e lungo termine. Come è risaputo nel settore della meteorologia, attualmente i modelli dimostrano una buona affidabilità sino a circa 7 giorni dalla data di elaborazione per poi perdere esponenzialmente di affidabilità nei giorni successivi.

    Proviamo in questa rubrica a dare una risposta al quesito iniziale mettendo a confronto le emissioni elaborate dai modelli 10 giorni fa (240 ore) con la situazione reale di oggi. Per far questo faremo riferimento all’emissione delle ore 12:00 di  del 9 novembre 2017 di GFS, ECMWF e GEM.

     

    Confronto tra situazione attuale ed emissione GFS del 9 novembre 2017

    Continue reading  Post ID 2423


  • GFS 06z – La chiave a 144 ore –

    Un rapido sguardo a gfs 06z il quale evidenzia alcune piccole ma importanti differenze già a 144 ore.
    L’evoluzione a 150 ore della mappa gfs 00z ci fa subito notare un minimo in uscita dagli USA, saccatura Atlantica che ruota e si porta verso nord, pessimo aggiornamento.
    L’aggiornamento gfs 06z indica un minimo in uscita meno invadente, hp che di conseguenza non è costretta a salire a nord est, saccatura più a sud e miglioramento del run.
    Ancora tutto in gioco quindi, a presto con altri aggiornamenti.

    GFS00z

     

    Continue reading  Post ID 2423


  • Sblocco a fine mese?

    Buonasera amici di meteonuvola, purtroppo non si riesce a dare una tendenza che abbia una percentuale di riuscita adeguata a causa di incertezze e nessun allineamento da parte dei modelli meteo, ma ci proveremo comunque.

    Dopo la “pazza” uscita di gfs 00 , lo 06 ha riportato tutti con i piedi per terra e gfs 12z appena uscito ha decretato la fine dei sogni per alcuni appassionati del centro sud riportando nuovamente in auge un possibile ritorno alle correnti miti oceaniche occidentali.

    Continue reading  Post ID 2423